DARPA pensa al 'modem corticale' per la vista da Terminator



Dimentichiamoci per un attimo l'idea di Smart Glasses, perfino quella futuristica di lenti a contatto ultra tecnologiche, alla DARPA la folle idea di cui si parla è di un impianto corticale in grado di migliorare i nostri sensi. La proposta è quantomai provocatoria, si parla infatti di inserire un chip grande come due monete che possa interagire dall'interno con il nostro organismo, ridando vista a chi l'ha persa e offrendo possibilità inedite per gli esseri umani.


Il progetto è stato illustrato da Phillip Alvelda (DARPA) nel corso di un recente evento tenutosi in Silicon Valley. Sul breve periodo si parla di un piccolo chip capace di offrire le funzionalità di un heads-up display senza alcun device esterno, sviluppando immagini comparabili a quelle di un "LED da sveglia" e costi accessibili (solo 10$ per l'hardware).


Per quanto riguarda invece l'ipotetico step successivo, DARPA ha chiarito che ancora moltissimo deve esser fatto nel campo dell'optogenetica, una scienza emergente che combina tecniche ottiche e genetiche di rilevazione. In poche parole questi studi mirano al controllo di cellule specifiche attraverso la luce, in questo modo sarebbe possibile studiare la neuroattività con una precisione inedita. A gestire il tutto potrebbe poi essere proprio il 'modem corticale', ridando perfino la vista a chi l'ha persa grazie agli opportuni segnali elettrici.


Pura fantascienza ai nostri occhi, ma i fondi e il talento a loro non mancano di certo.

Scrivi commento

Commenti: 0